Scaricare Film A Un Metro Da Te

Scaricare Film A Un Metro Da Te  film a un metro da te

apr - A un metro da te Streaming Altadefinizione Film Completo Ita HD A un metro da te Streaming e Scaricare film completo senza limiti HD p. mar - A un metro da te Streaming Altadefinizione Film Completo Ita HD A un metro da te Streaming e Scaricare film completo senza limiti HD. A un metro da te Streaming Altadefinizione Film Completo Ita HD A un metro da te Streaming e Scaricare film completo senza limiti HD p cb Che cos'è CHILI? Migliaia di film e serie tv, senza abbonamento. Paghi solo quello che vuoi vedere e per i nuovi clienti il primo noleggio è. A Un Metro da Te, scheda del film di Justin Baldoni, con Cole Sprouse, Haley Lu Richardson e Moises Arias, leggi la trama e la recensione, guarda il trailer.

Nome: film a un metro da te
Formato:Fichier D’archive (Film)
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 39.32 Megabytes

Stella Haley Lu Richardson è un'adolescente solare, vivace e con la passione del vlogging, affetta da una malattia genetica, la fibrosi cistica, una patologia che colpisce diversi organi, in particolare l'apparato respiratorio e digerente, portando a infezioni respiratorie e problemi digestivi. Stella si trova quindi spesso ricoverata in ospedale, con la speranza di un trapianto di polmoni che rappresenta una possibilità di migliorare la sua vita; affronta con coraggio le numerose difficoltà che incontra e attraverso il suo vlog cerca di motivare i ragazzi che vivono questa difficile esperienza.

Un giorno, in ospedale, Stella incontra Will Cole Sprouse , anche lui affetto da fibrosi cistica, ma in una forma piuttosto grave che gli toglie la speranza di poter guarire. I due ragazzi non potrebbero essere più diversi: lei trova lui disordinato, ribelle e cinico; lui la considera irritante e ostinatamente entusiasta; sono quindi ben contenti di accogliere la raccomandazione dei medici di tenersi a distanza per salvaguardare la propria salute.

I due ragazzi vengono travolti da un sentimento profondo, ma la loro condizione li costringe beffardamente a mantenere una distanza tra di loro di almeno due metri; non possono abbracciarsi, sfiorarsi, baciarsi senza rischiare di mettere in pericolo l'uno della vita dell'altro, ma sono determinati a stare insieme, perché il loro amore è più forte del tempo e dello spazio. A voler essere precisi, la Cystic Fibroris Foundation ha imposto una lontananza di due metri, che nel caso di Will e Stella significa comunque amarsi senza potersi nemmeno sfiorare, il che comporta qualche complicazione, tanti sospiri e una moltitudine di sguardi sognanti.

Con il passare del tempo Stella e Will si innamorano, pur continuando a sentire il peso della loro malattia e i conseguenti limiti a cui sono sottoposti.

Produzione[ modifica modifica wikitesto ] Nel gennaio , gli sceneggiatori Tobias Iaconis e Mikki Daughtry hanno venduto una sceneggiatura senza titolo alla CBS Films , in previsione di una pellicola che sarebbe stata prodotta e diretta da Justin Baldoni [1].

Quest'ultimo aveva già trattato precedentemente il tema della fibrosi cistica, con la realizzazione del documentario My Last Days lett.

I miei ultimi giorni. Per la realizzazione della pellicola, Baldoni ha incontrato la youtuber e attivista Claire Wineland, assumendola come consulente; alla ragazza, malata anch'ella di fibrosi cistica e deceduta prima del completamento della pellicola, è stato in seguito dedicato A un metro da te [2]. Nel gennaio , Cole Sprouse è entrato nel cast della pellicola, a cui si sono aggiunti nell'aprile Haley Lu Richardson e Moises Arias [3] [4].

Le riprese sono incominciate il 25 maggio a New Orleans , in Louisiana e si sono concluse un mese dopo, il 26 giugno [5]. Nel novembre è stata pubblicata l'omonima trasposizione letteraria dell'opera, Five Feet Apart, a cura di Rachel Lippincott [6].

Distribuzione[ modifica modifica wikitesto ] Negli Stati Uniti d'America , la pellicola è stata distribuita a partire dal 15 marzo , da CBS Film [7].

In Italia , il primo trailer è stato pubblicato il 27 dicembre da Notorious Pictures [8] ; essa si è occupata anche della distribuzione della pellicola, a partire dal 21 marzo [9].

I due ragazzi vengono travolti da un sentimento profondo, ma la loro condizione li costringe beffardamente a mantenere una distanza tra di loro di almeno due metri; non possono abbracciarsi, sfiorarsi, baciarsi senza rischiare di mettere in pericolo l'uno della vita dell'altro, ma sono determinati a stare insieme, perché il loro amore è più forte del tempo e dello spazio.

A voler essere precisi, la Cystic Fibroris Foundation ha imposto una lontananza di due metri, che nel caso di Will e Stella significa comunque amarsi senza potersi nemmeno sfiorare, il che comporta qualche complicazione, tanti sospiri e una moltitudine di sguardi sognanti. L'idea di A un metro da te nasce dall'esperienza di un amico del giovane regista Justin Baldoni, affetto da fibrosi e innamorato.

Classe , Baldoni è prima di tutto un attore, anche se all'età di 8 anni ha capito di voler dirigere film quando ha ricevuto in dono dal padre una cinepresa scassata.

Conosciuto come il Rafael Solano della serie Jane The Virgin di cui ha diretto un episodio , è qui al suo debutto ed ha anche prodotto il film, partendo da una sceneggiatura diventata il romanzo per giovani adulti "Five Feet Apart".

Избранные каналы

Il primo, nato ad Arezzo, è diventato famoso per la serie di Disney Channel Zack e Cody al Grand Hotel insieme al gemello Dylan ed è uno dei protagonisti della serie teen e mistery Riverdale, in cui impersona lo strambo Jughead Jones, narratore onniscente. L'attore si è calato con facilità nel personaggio di Will, di cui condivide la passione per l'arte anche se Will disegna mentre lui si diletta in fotografia.

Quanto ad Haley Lu Richardson, secondo il regista Baldoni "ha dato a Stella forza e nello stesso tempo vulnerabilità, oltre a una grande profondità, essendo un'attrice dotata di grande sincerità e umanità e per questo capace di portare il pubblico a una totale identificazione".